Il pericolo da evitare? Un Cantone a due velocità

Il pericolo da evitare? Un Cantone a due velocità

Dopo il no alla «grande Locarno» radiografia delle aggregazioni nel Ticino. Norman Gobbi: «Noi non possiamo avere delle regioni egemoniche». Il cantiere delle aggregazioni ticinesi ha vissuto, lo scorso weekend, un momento della verità. Mentre i «piccoli» progetti del­le Tre Terre e di Faido andavano in porto, quello della «grande Locarno» veniva af­fondato dal voto di 5 Comuni su 7.

La Coppa Ticino va all’Ascona

La Coppa Ticino va all’Ascona

L’Ascona si è aggiudicato la Coppa Ticino, battendo ieri sera a Biasca, nell’atto con­clusivo, il Cramosina con il risultato di 3-2, rimontando dall’1-2. Da segnalare che la finale è stata diretta… dal Consigliere di Stato Norman Gobbi, ritratto all’ingaggio, tornato sul ghiaccio in qualità di arbitro principale dopo una lunga pausa legata ai numerosi impegni istitituzionali.
(fotogonnella)

L’occasione per riscattare il Sopraceneri urbano

L’occasione per riscattare il Sopraceneri urbano

Ci troviamo a pochi giorni dal termine di una lunga maratona che ha coinvolto i sette Comuni di Brione s/Minusio, Locarno, Minusio, Mergoscia, Muralto, Orselina e Tenero-Contra. Una maratona il cui nome è “Progetto d’aggregazione dei Comuni di sponda sinistra della Maggia”, ma il cui punto di arrivo si chiamerà “Locarno”. 

Aggregazioni: Norman Gobbi risponde dal web

Aggregazioni: Norman Gobbi risponde dal web

Il tema delle aggregazioni è in rete. Il Dipartimento delle Istituzioni ha annunciato questa mattina l’apertura online di un servizio a disposizione dei cittadini interessati dalle aggregazioni del Locarnese sponda sinistra della Maggia, della Media Leventina e di Tegna-Verscio-Cavigliano.

Un giardino alle porte di Locarno

Un giardino alle porte di Locarno

La politica delle aggregazioni comunali ticinesi è una realtà da oltre un decennio. Un progetto politico il cui scopo è quello di avere attori sul territorio capaci di rispondere alle aspettative del cittadino moderno, la cui mobilità è molto alta, così come la sua necessità di servizi.

CRP Chiasso – Cantone, mano ferma per la sicurezza

CRP Chiasso – Cantone, mano ferma per la sicurezza

Questa sera il Direttore del Dipartimento delle Istituzioni Norman Gobbi ha convocato una riunione di lavoro per discutere della situazione al Centro di registrazione e procedura di Chiasso (CRP). Presenti erano il Municipio di Chiasso con il sindaco Moreno Colombo e la vicesindaco Roberta Pantani Tettamanti, l’Ufficio federale della migrazione UFM con la vicedirettrice Evelyne Gugger Bruckdorfer e il direttore del CRP Antonio Simona, la polizia cantonale con una delegazione guidata maggiore Decio Cavallini e la polizia comunale di Chiasso con il suo comandante Nicolas Poncini.