Addio ufficio del commercio: creata la Sezione della polizia amministrativa

Il Consiglio di Stato ha approvato la riorganizzazione interna alla Polizia cantonale che prevede l’istituzione della Sezione polizia amministrativa. Il nuovo servizio sarà gestito da un ufficiale di polizia, il quale dovrà avere una formazione giuridica. A questo proposito sarà pubblicato prossimamente il bando di concorso.

La nuova area, operativa a partire dal 1° ottobre 2014, sarà costituita dai seguenti due servizi: Servizio armi, esplosivi e sicurezza privata e il Servizio autorizzazioni, commercio e giochi. A tal proposito, vale la pena rammentare che, già il 3 marzo del 2009, i compiti dell’Ufficio del commercio e dei passaporti in materia di armi e munizioni, esplosivi, attività di investigazione e sorveglianza, canapa e notifiche di polizia furono attribuiti dal Governo alla Polizia cantonale.

Pertanto, in seguito a questa nuova impostazione, diventeranno pure di competenza della Polizia cantonale i compiti dell’Ufficio del commercio e dei passaporti, inerenti gli esercizi pubblici, il commercio ambulante, il gioco d’azzardo, le case da gioco, le tombole e le lotterie, l’indicazione dei prezzi e l’attività professionale sottoposta ad autorizzazione concernente la mediazione matrimoniale o di ricerca di partner per o con persone all’estero. Ciò comporterà la soppressione dell’Ufficio del commercio e dei passaporti. La Sezione della popolazione continuerà ad occuparsi di documenti d’identità, asilo e misure coercitive in materia di dirittodegli stranieri. In questo senso il Servizio documenti d’identità viene trasferito presso l’Ufficio dello stato civile e il Servizio asilo viene attribuito all’Ufficio della migrazione.

Grazie a questa nuova impostazione la Sezione polizia amministrativa potrà svolgere i compiti più sopra elencati a stretto contatto con i posti di Gendarmeria territoriale e migliorare il supporto giuridico al Corpo per soddisfare le crescenti esigenze in materia.

D’altra parte si conclude il processo di ridefinizione della missione della Sezione della popolazione iniziato già nel corso della passata legislatura. Infatti, la Sezione si occuperà unicamente dei compiti legati alla gestione della popolazione svizzera e straniera.

Si sottolinea come questa riorganizzazione volta a razionalizzare e migliorare le procedure e i controlli non comporterà né aumenti di personale né di costi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.