Asta targhe auto e motoveicoli un successo di 730’100 franchi a favore di “Strade più sicure” e “Fiumi più sicuri”

Asta targhe auto e motoveicoli un successo di 730’100 franchi a favore di “Strade più sicure” e “Fiumi più sicuri”

Il Dipartimento delle istituzioni congiuntamente alla Sezione della circolazione informano sull’ottima riuscita dell’asta targhe 2011, avvenuta oggi a Camorino nel padiglione dei collaudi per camion (piste 6-7). Sono state battute ben 55 targhe per un totale complessivo di 730’100 franchi che saranno devoluti interamente ai programmi di prevenzione “Strade più sicure” e “Fiumi più sicuri”, presenti nei loro stand con alcuni rappresentanti. Dall’inizio dell’asta l’intero importo è interamente a favore di questi due programmi. L’ultima asta risale al 2005.

Nel padiglione dei collaudi per veicoli pesanti sono fluite oltre due centinaia di persone: chi interessato alle aste per le targhe di motoveicoli, chi per l’asta targhe per autoveicoli. I numerosi presenti hanno potuto seguire diversi interventi come quello del Direttore del Dipartimento delle istituzioni Norman Gobbi, mediati dalla presentatrice e giornalista RSI Rosy Nervi. Proprio il Consigliere di Stato Norman Gobbi ha “aperto” le danze battendo la prima targa. Si è trattato della targa per autoveicoli TI 10, la più ambita – prima e durante l’asta – e che in 61 battute è stata deliberata per 135’000 franchi.

Il Consigliere di Stato e direttore del Dipartimento delle istituzioni Norman Gobbi ha rilevato nel suo breve intervento in entrata come il Cantone Ticino detenga il primato svizzero di veicoli immatricolati per abitante, con un totale di oltre 293mila veicoli per una popolazione residente di circa 340mila abitanti. Un “parco” impressionante, che richiede la dovuta attenzione nella gestione delle immatricolazioni e nella verifica dello stato dei veicoli, servizi garantiti dalla Sezione della Circolazione a Camorino; un impegno importante per le attività dello Stato, che fa fronte con le risorse disponibili e il supporto di mezzi tecnici che si vogliono sempre più performanti, proprio per rispondere in tempi celeri alle richieste di cittadini e aziende.

Oltre al controllo tecnico dei veicoli, è importante – ha continuato Gobbi – promuovere campagne di sensibilizzazione e prevenzione a favore della sicurezza sulle strade, ma non solo. Secondo il Consigliere di Stato, le attività di prevenzione sono importanti quanto le attività di repressione delle infrazioni, ed è per questo che il Dipartimento ha deciso di lanciare questa nuova asta delle targhe per le auto (la sesta dalla prima avvenuta nel 1994) e – per la prima volta – anche per le motociclette. Un’azione che metterà a disposizione, ha concluso Gobbi, le risorse finanziarie necessarie alle campagne di informazione, sensibilizzazione e prevenzione dei progetti promossi dal Dipartimento “Strade più sicure” e “Fiumi più sicuri”, rilevando come in queste due ambienti le morti causate da incidenti e imperizie siano ancora troppi.

A prendere parola anche il padrino dell’edizione 2011: il pilota Alex Fontana, campione nella stagione da poco conclusa della European F3 Open con la sua Dallara 308 Toyota Formula 3 della Corbetta competizioni. Il pilota luganese si trovain Spagna, da dove avrebbe preso un aereo per raggiungerci. È però stato chiamato dal Team Renault di GP3, categoria che gareggia poche ore prima sullo stesso circuito delle ambite Formula 1 e. Fontana è a pochi passi da questo grande salto; poco prima della partenza il campione ticinese ha voluto essere presente, grazie ad un video saluto registrato a poche ore dall’asta delle targhe.

La targa d’autoveicolo che ha riscosso maggior successo è stata la TI 10 (venduta per 135mila franchi), seguita da TI 95 e 84 (30mila cadauna) e TI 34 (28mila). Nelle targhe per motoveicoli, il primato è andato alla TI 25, venduta per 10mila franchi, seguita da TI 46 e 33 (6’500 franchi cadauna).

Il Dipartimento delle Istituzioni ringrazia i partecipanti all’asta che hanno permesso il successo dell’azione, così come la Sezione della Circolazione e l’ufficiale Sandro Codiroli per l’organizzazione in loco, la madrina Rosy Nervi e il padrino Alex Fontana.

Qualche dato:

  • Le edizioni dell’asta targhe: 6.10.1994 (50 targhe battute, totale di 434’000 franchi), 14.11.1995 (50 targhe, 279’300 franchi), 29.11 1997 (46 targhe, 231’500 franchi), 31.5.2001 (43 targhe, 406’300 franchi), 22.11.2005 (35 targhe, 261’500 franchi); 
  • Ultima asta targhe: per la prima volta i motoveicoli (25 targhe, totale 98’600 franchi) e autoveicoli (30 targhe, totale 631’500 franchi).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.