Attività in costante aumento alla Sezione della circolazione

Attività in costante aumento alla Sezione della circolazione

La Sezione della circolazione resta uno fra i servizi più sollecitati dell’Amministrazione cantonale. I dati del 2017 mostrano infatti che sono state più di 575’000 le pratiche evase, con una media di circa mille telefonate ricevute ogni giorno. Il fatturato totale si è attestato a poco più di 174 milioni di franchi.

Il rendiconto della Sezione della circolazione mostra un ulteriore consolidamento dell’attività, che si è tradotta in 575’095 pratiche gestite dai diversi settori durante lo scorso anno, per un introito finanziario complessivo di 174’379’920.22 franchi.

La situazione delle immatricolazioni ha confermato anche nel 2017 le tendenze pluriennali. Il parco veicoli del Cantone Ticino è ulteriormente aumentato, e a fine anno contava 328’218 fra autoveicoli, motoveicoli, veicoli di lavoro, agricoli, rimorchi e altro; un dato che segnala un aumento del 0.63% rispetto a quello di fine 2016 (326’162). A incidere particolarmente sono state le automobili, passate da 226’713 a 227’908 unità, mentre il settore della navigazione ha conosciuto un lieve calo da 7’029 a 6’964 natanti immatricolati.

Particolarmente significativi risultano anche i dati dell’Ufficio giuridico della Sezione della circolazione. Nel 2017 sono state emanate 72’916 decisioni, con una crescita del 14.58%. A motivare questo aumento, che si inserisce in una tendenza pluriennale, sono soprattutto le nuove norme, dai quali deriva anche una maggiore complessità nella gestione dei procedimenti amministrativi e penali.

Per quanto riguarda l’Ufficio tecnico, tra settembre e dicembre 2017, vi è stata la chiusura di tre piste per i collaudi. Questa misura si è resa necessaria per eseguire degli importanti lavori che hanno portato all’eliminazione delle fosse d’ispezione e alla posa di 8 nuovi elevatori per autoveicoli leggeri che sono operativi dal 1. agosto 2017. La chiusura temporanea, ha contribuito in buona parte alla diminuzione del 18.09% del numero dei collaudi che sono passati dai 64’943 del 2016 ai 53’197 del 2017. Per quanto riguarda infine il contatto con i cittadini, il 2017 è stato il quinto anno di attività del “Contact center”: le sollecitazioni si sono confermate altissime, con un totale di 212’310 chiamate telefoniche.

A livello di informatico, si è registrato un incremento di visite del 15.15% sulla pagina www.ti.ch/circolazione. Gli apprezzati  servizi online offerti dalla Sezione della circolazione – quali la modifica della data del collaudo; quella dell’indirizzo di domicilio;
l’appuntamento per l’esame pratico e il pagamento della e-fattura – sono stati ulteriormente potenziati. Infatti, da inizio maggio 2017, l’utente può partecipare alle aste online per aggiudicarsi i numeri di targa più interessanti oppure acquistarne altri a prezzo
fisso. Nel corso degli otto mesi di attività sono state vendute 125 targhe all’asta online e 826 targhe a prezzo fisso (auto e moto) per un introito complessivo di 792’550 franchi, mentre la vendita diretta ha fruttato 225’700 franchi per un totale complessivo di
1’018’250 franchi.

Inoltre a partire dal mese di novembre è possibile pagare online le multe ordinarie e le tasse di giudizio dei provvedimenti amministrativi (revoche, ammonimenti).

La semplificazione delle relazioni fra cittadino e Stato è un obiettivo strategico al quale il Dipartimento delle istituzioni ha dedicato particolare attenzione negli ultimi anni, e alcune delle principali innovazioni introdotte in questo ambito hanno interessato proprio la Sezione della circolazione con la sua offerta di servizi online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.