Bellinzona capitale della giustizia penale

Bellinzona capitale della giustizia penale

L’ipotesi – al vaglio del dipartimento delle istituzioni – è stata presentata questa mattina dal ministro Norman Gobbi.

È una visione ad ampio respiro quella presentata stamani dal ministro Norman Gobbi. Il tema è quello scottante del riassetto delle strutture giudiziarie cantonali. Entro il 2018, anno del rinnovo del potere giudiziario, l’apparato della giustizia ticinese verrà rivisitato”, ha annunciato stamani il capo dipartimento intervenuto a Lugano in occasione dell’inaugurazione del nuovo anno giudiziario. 

“Non sarà una rivoluzione, ha detto il ministro, ma un riordino logistico e organizzativo”. Una riforma che oggi si trova al vaglio di un gruppo di lavoro istituito consigliere di Stato. Il primo rapporto del gruppo – denominato Giustizia 2018 – è previsto per il prossimo autunno. Intanto entro l’estate il dipartimento delle istituzioni presenterà al consiglio di Stato un messaggio, tanto atteso dagli addetti della giustizia quanto rimandato dalla politica: quello riguardante lo scorporo del tribunale cantonale penale dal tribunale d’appello. 

Il trasferimento del tribunale penale a Bellinzona con la conseguente creazione del polo penale dovrà avvenire prima del 2014, anno chiave per il riassetto del tribunale d’appello. Questo infatti verrà trasferito in una struttura provvisoria del Luganese per permettere la ristrutturazione dei fatiscenti spazi di via Pretorio e quindi la riunificazione – a lavori eseguiti – di tutte le camere del tribunale d’appello sotto un unico tetto, come auspicato dal neo presidente Werner Walser. 

Sul tema logistica Walser ha aggiunto: “ora abbiamo bisogno di fatti e non di parole”. Una necessità soprattutto oggi con la mole di lavoro creata dai nuovi codici le cui procedure sono lungi dall’essere assimilate, ha concluso Walser. 

Dal canto suo il presidente uscente Giorgio Bernasconi ha insistito sul tema della formazione oggi troppo dipendente dagli studi legali. Serve una base di formazione uniforme e comune per tutti i praticanti. Il modello indicato è quello del Canton Ginevra. Un progetto da pensare, magari, con l’università della svizzera italiana.

http://info.rsi.ch/home/channels/informazione/info_on_line/2012/06/11–Un-polo-penale-unico-a-Bellinzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.