Bissone, vicesindaco sospesa

Bissone, vicesindaco sospesa

Sospensione cautelare dalla funzione di membro del Municipio di Bissone della signora Daniela Marazzi Fontana. 

Il Consiglio di Stato, su proposta del Dipartimento delle istituzioni, comunica di aver sospeso con effetto immediato e a titolo cautelare dalla funzione di membro del Municipio di Bissone la signora Daniela Marazzi Fontana, ai sensi dell’art. 198 cpv. 1 della LOC. 

Il Consiglio di Stato ha ritenuto necessaria l’adozione di tale misura in quanto i presunti reati addebitati alla vice Sindaco sono stati commessi nella sua veste di Municipale di Bissone (e non privatamente), ciò che comporta una chiara inconciliabilità tra i reati attribuiti e la carica rivestita in seno all’Esecutivo. Nel suo ruolo di Vice Sindaco, la signora Marazzi Fontana dovrebbe infatti non solo temporaneamente assicurare la conduzione del collegio fino alla designazione del nuovo Sindaco di Bissone, ma anche e sopratutto condurre il collegio nelle verifiche e negli approfondimenti in seno all’amministrazione comunale in ambiti che la vedono penalmente coinvolta. In tale veste l’interessata si ritroverebbe nel duplice ruolo di controllore e controllata. 

Alla luce di queste considerazioni il Consiglio di Stato non ritiene proponibile che la signora Marazzi Fontana continui ad esercitare la carica di Municipale al fine di garantire condizioni adeguate per una corretta gestione degli interessi pubblici. La sospensione cautelativa dalla carica sarà valida fino al chiarimento definitivo della situazione a livello penale; dopo di che la posizione dell’interessata verrà nuovamente valutata. 

Si annota che il Consiglio di Stato ha deciso di rendere immediatamente esecutiva la sua decisione togliendo ad un eventuale ricorso l’effetto sospensivo. 

La signora Marazzi Fontana, secondo le norme previste dall’art. 95 cpv. 4 LOC, sarà nel frattempo sostituita da un supplente. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.