Eros Ferrari e Adrian Stettler vincono sotto la neve

Eros Ferrari e Adrian Stettler vincono sotto la neve

4. edizione del Tiro Storico del San Gottardo l Un tempo già invernale non ha fermato la crescita della manifestazione sportiva al poligono airolese. La partecipazione al tiro, riconosciuto ufficialmente dalla federazione svizzera, è passata dai 444 del 2010 ai 535 del 2011. Nelle sezioni si impongono al fucile 300m i Tiratori San Salvatore di Paradiso e la Federazione di tiro lucernese, mentre alla pistola 25m il Club Pistola Tesserete e la società di tiro della Città di Lucerna.

Nel corso del 2011 la Federazione svizzera sportiva di tiro ha riconosciuto alla manifestazione di tiro promossa per la prima volta nel 2008, dopo che nel 2006 il Tiro Storico della Battaglia Sassi Grossi cessò causa la chiusura del poligono di Giornico, l’attestazione di tiro storico di valenza nazionale. Un riconoscimento importante che porta il Tiro Storico del San Gottardo a pari categoria dei tiri di lunga tradizione quali il Rütli e il Morgarten, proprio per il significato simbolico che il massiccio del Gottardo ricopre per l’identità confederale.

Le gare di tiro hanno occupato tutta la giornata di sabato 8 ottobre e hanno visto la partecipazione di 535 tiratori, di cui 357 al fucile 300m e 178 alla pistola. Un aumento di 91 partecipanti rispetto al 2010, che gli organizzatori – presieduti da Norman Gobbi – pensano di poter aumentare ulteriormente nel 2012. Le sezioni partecipanti sono state complessivamente 46, ventinove ticinesi e diciassette dal resto della Svizzera, mentre i giovani U20 in complesso sono stati una sessantina.

La premiazione si è tenuta nel tardo pomeriggio al poligono di tiro Isola di Airolo, alla presenza del sindaco di Airolo Franco Pedrini, del membro di comitato della federazione svizzera sportiva di tiro Luca Filippini, dei presidenti delle federazioni di tiro cantonali di Ticino, Lucerna, Obvaldo e Glarona. È stata l’occasione per rimarcare come il tiro storico del San Gottardo stia diventando un appuntamento importante dell’autunno sportivo della regione, che richiama numerosi partecipanti. Un grazie è andato pure ai sostenitori della manifestazione: gli impianti di risalita di Airolo (Valbianca SA), la Funicolare Ritom SA e il Fondo Lotteria Swisslos.

I Re del Tiro
Al fucile 300m le competizioni prevedono un programma di 15 colpi suddiviso in diverse serie, senza colpi di prova, mentre alla pistola i 15 colpi vengono sparati in una serie di 3 e due serie di 6 colpi da sparare in un minuto.

Al fucile 300m il titolo di Re del Tiro è stato conteso da tre tiratori che hanno ottenuto 74 dei massimi 75 punti. Grazie all’appoggio sul miglior colpo centrale (100 su 100), la vittoria e il titolo di Re del Tiro 2011 va ad Adrian Stettler, membro di comitato della federazione cantonale di tiro lucernese. Il secondo e miglior veterano della giornata è Hans Gurtmann della società di tiro di Kriens. Il terzo classificato è Toni Meyer del comitato della federazione cantonale di tiro di Obvaldo, che risulta il miglior tiratore nella categoria Attivi. Miglior giovane è invece Etienne Bieri dei Tiratori della Lavizzara, che centra pregevoli 73 punti.

Alla pistola 25m il titolo di Re del Tiro va a Eros Ferrari del Club Pistola Tesserete che centra 137 su 150 punti; a lui va il premio della Confederazione, una pistola SIG-210. Secondo rango per Patrick Ferrari della società di tiro La Mendrisiense con 136 e il premio di miglior tiratore nella categoria Attivi. Miglior Veterano è Albert Probst della società di tiro della Città di Lucerna con 136 punti, mentre nella categoria giovani la migliore è Giulia Scherini della Mendrisiense con 121 punti.

Le migliori  ticinesi
Nelle gare al fuicile 300m si impongono i Tiratori San Salvatore di Paradiso con 561 punti, seguiti dai Tiratori del Lucomagno di Ponto Valentino (559) e dai Tiratori Vallemaggia di Cevio (557). Il premio speciale per la miglior sezione può esser vinto una sola volta; avendo Paradiso già vinto questa la vetrata nel 2009, l’ambito premio, offerto dal patrocinatore Vanni Donini, va a Ponto Valentino.
Alla pistola 25m si impone il Club Pistola Tesserete con 1001 punti, seguito dalla società Tiro Sportivo di Bedano (999) e dall’Unione Tiratori Locarno (993). La vetrata viene vinta da Tesserete che vince per la prima volta questa competizione.

Le migliori ospiti
Nella categoria riservata alle sezioni d’Oltralpe, si impongono quelle del Canton Lucerna. Al fucile 300m la vittoria va al comitato della federazione cantonale di tiro lucernese con 561 punti, seguita dalla società di tiro di Kriens (554) e dalla società di tiro della Città di Lucerna (553). La vetrata viene vinta dalla SG Kriens.
Sulla corta distanza, la vittoria va alla società di tiro della Città di Lucerna con 1013 punti (la migliore in assoluto), che si aggiudica pure la vetrata. Seguono il Club Pistola di Andermatt (902) e il comitato della federazione cantonale di tiro lucernese (823).

Didascalia:
Il Club Pistola Tesserete vince in sezione e il titolo individuale con Eros Ferrari (secondo da sinistra), con al centro il suo presidente Guglielmo Chiavi e a destra il presidente del Tiro Storico del San Gottardo Norman Gobbi. (foto: Flavio Esposito)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.