Guidi o bevi!

Guidi o bevi!

Nell’ambito del programma di promozione della sicurezza stradale “Strade più sicure”, si rinnova l’impegno del Dipartimento delle istituzioni nella lotta al consumo di alcol al volante, con un’ampia campagna di affissione dal titolo “Guidi o bevi”, rivolta in modo particolare ai conducenti più giovani.
Il periodo natalizio è da diversi anni un momento di particolare attenzione nell’ambito della sensibilizzazione concernente il consumo di alcol al volante; le festività favoriscono il pericoloso connubio tra uso di alcol e guida di un veicolo, che fa aumentare in modo significativo il rischio di incidenti. Alla luce di questo rischio potenziale, da qualche anno “Strade più sicure” promuove campagne di promozione della sicurezza stradale su questo tema, basate sull’utilizzo di vari vettori comunicativi e spesso coordinate con specifiche azioni di controllo svolte dalla Polizia cantonale e da varie Polizie comunali.
Per il 2012, “Strade più sicure” ha deciso di adottare il vettore mediatico dell’affissione. L’importante estensione territoriale della campagna è stata resa possibile dalla disponibilità delle società d’affissione partner, che hanno concesso agevolazioni significative, alla luce della valenza di pubblica utilità del messaggio veicolato. Questo sostegno al progetto è ovviamente largamente apprezzato dal Dipartimento.
La cartellonistica proposta ha uno slogan chiaro – “Guidi o bevi” – che rende estremamente esplicito lo scopo della campagna, che vuole richiamare tutti gli utenti della strada a un comportamento responsabile, che li porti a scegliere di principio la sicurezza e la prudenza, piuttosto che l’incertezza e il rischio di incidente. In questo senso, la scelta suggerita è di porre a priori l’alternativa tra il consumo di alcol e la guida, magari organizzandosi con amici e conoscenti perché vi sia chi rinuncia all’alcol per condurre tutti a casa in sicurezza, giocando il ruolo di “angelo custode”.
A livello grafico, la campagna propone disegni apparentemente “provocatori”, ma in realtà legati a un codice di comunicazione particolarmente in voga su Internet e sui Social network, soprattutto tra i giovani. La ragione di questa scelta è legata al target di pubblico principale della campagna: i giovani conducenti.
L’immediatezza del messaggio grafico proposto, unita alla chiarezza dello slogan, garantiscono comunque una larga fruibilità e capacità di penetrazione della campagna proposta.
Il Dipartimento delle istituzioni si augura che questa campagna, unita al lavoro sul terreno della Polizia cantonale e delle Polizie comunali, possa raggiungere l’obiettivo di regalare al Ticino delle festività senza incidenti della circolazione, in particolare senza sciagure causate dal consumo di alcol al volante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.