Il CST: un valore aggiunto per il Ticino

Il CST: un valore aggiunto per il Ticino

Gentili signore, egregi signori, Vi porgo il saluto del Consiglio di Stato ticinese e Vi ringrazio per l’invito a partecipare a quest’inaugurazione importante per lo Sport e per la Gioventù della Svizzera.

Il Centro sportivo nazionale della gioventù di Tenero, con la sua peculiare ubicazione, le infrastrutture sportive di qualità e l’accoglienza ricettiva, rappresenta un punto d’incontro socio-culturale per i giovani atleti provenienti da tutta la Svizzera e dall’estero.

Un Centro sportivo che, grazie alla lungimiranza ed ai costanti investimenti da parte delle Autorità federali, riesce ad essere sempre in lieve vantaggio rispetto ai tempi. Oggi partecipiamo all’inaugurazione di un tassello fondamentale per lo sviluppo ulteriore del CSTenero, che implementerà in termini quantitativi e qualitativi la capacità ricettiva del Centro nazionale. Definire questa struttura – che si inserisce magnificamente in questa terra a vocazione turistica e sportiva – quale un semplice “campeggio” è sicuramente riduttivo; il design e gli spazi adiacenti, firmati dall’architetto ticinese Mario Botta, permetteranno ai numerosi giovani che vi soggiorneranno di apprendere lo spirito della vita in comune, che ben si alimenta sotto una tenda. Una nuova struttura dunque che promuoverà ulteriormente il Ticino ed il Centro sportivo quale luogo d’incontro privilegiato per la nostra gioventù, unita dall’amore e la passione per lo Sport, che nel Ticino trovano ampio riscontro.

Il Cantone Ticino ha fortemente lottato e si è impegnato a difesa di questo investimento. Ricordo quando ancora sedevo in Consiglio Nazionale, l’importante lavoro svolto direttamente dalla Deputazione ticinese alle Camere federali a sostegno di questo credito inserito nel messaggio sugli immobili del DDPS. Ringrazio dunque a nome del Consiglio di Stato, il Dipartimento federale della difesa e dello sport, l’Ufficio federale dello sport, l’Ufficio federale delle costruzioni e della logistica e tutti coloro che hanno contribuito a questo importante investimento per le nuove generazioni.

La pratica dello sport si adatta perfettamente alle peculiarità paesaggistiche del nostro Cantone. Il Ticino conta diverse eccellenze in ambito sportivo, con squadre che formano giovani atleti, squadre che gareggiano nei massimi campionati, con numerosi atleti internazionali che hanno scelto il Ticino quale loro dimora.

Accanto alle attività “indoor” e alle infrastrutture esterne del Centro, gli sportivi che giungono in Ticino scoprono un territorio ad alta vocazione sportiva che ben si adatta allo sport durante le quattro stagioni. Dalla bicicletta da corsa al nuoto, dallo sci all’hockey su ghiaccio, dal calcio all’unihockey, dalla pallacanestro alla pallanuoto, dal triathlon agli sport estremi. E l’elenco potrebbe continuare qualche buon minuto.

Quello di Tenero è un Centro, come più volte evocato, di carattere nazionale; un Centro aperto però anche alle numerose scuole e società sportive che animano il mondo dello sport ticinese. Ogni anno infatti, il Centro sportivo di Tenero accoglie 30’000 sportivi ticinesi e 300 società ticinesi che decidono di affinare la propria preparazione sulle rive del Verbano. Una struttura ideale anche per le nostre scuole, le quali vi organizzano delle giornate sportive: nel 2012, 30 scuole ticinesi hanno dato la possibilità ai propri alunni di cimentarsi – qui a Tenero – nella pratica di uno sport.

Il Centro sportivo di Tenero rappresenta anche un perfetto esempio di sinergie virtuose tra le Autorità federali, cantonali e comunali. Penso ad esempio alla creazione della Scuola professionale per sportivi di élite o a manifestazioni popolari quali “Sportissima” – che avrà luogo questa domenica – in cui si promuove l’attività sportiva. Importanti sinergie, che si dovranno sviluppare anche in futuro. Oppure al Liceo per sportivi che permetterà a talentuosi giovani svizzeri di formarsi, allenarsi e soggiornare qui a Tenero. O ancora al nuovo Centro per sport invernali che auspichiamo possa arrivare ad Andermatt, con il quale sarebbe possibile collaborare sui due versanti del Gottardo.
Un Centro che svolge sinergie anche con il privato, tant’è che numerosi sportivi e squadre d’élite hanno utilizzato e utilizzano le strutture sportive di Tenero per i loro allenamenti di preparazione e perfezionamento. Penso all’esperienza con la “Mannschaft” tedesca durante Euro ’08, al pluri campione olimpionico e del Mondo Jan Thorpe, alla Nazionale Svizzera di calcio, per citare esempi di grande rilievo sportivo.

Queste presenze di rilievo dimostrano come Tenero sia da un lato la culla dei giovani sportivi, ma nel contempo è la culla dei sogni di molti amanti dello sport che attendono i risultati degli allenamenti dei loro beniamini.

Il mio personale augurio è che si continui ad investire nello sport, quale importante “scuola di vita” per i nostri giovani. Lo sport rappresenta un modo per crescere sani, rispettosi delle regole e preparati ad affrontare le piccole e grandi sfide che la vita ci riserva.

Vi ringrazio.

Discorso pronunciato dal Consigliere di Stato Norman Gobbi
in occasione dell’inaugurazione della terza tappa dei lavori al Centro sportivo nazionale della gioventù di Tenero
Tenero, 6 settembre 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.