Incontro tra il Consiglio di Stato, AlpTransit e Armasuisse

Incontro tra il Consiglio di Stato, AlpTransit e Armasuisse

Il Presidente Claudio Zali, accompagnato dai Consiglieri di Stato Christian Vitta e Norman Gobbi, ha incontrato negli scorsi giorni Dieter Schwank, Presidente della Direzione di AlpTransit San Gottardo SA e Mario Blank, rappresentante di armasuisse Immobili, per discutere del futuro del comparto di Pollegio di proprietà della società lucernese.

A margine della posa dell’ultima frazione di binari all’interno della Galleria di base del Monte Ceneri, i rappresentanti di AlpTransit San Gottardo hanno incontrato il Presidente del Consiglio di Stato, il Direttore del Dipartimento delle finanze e dell’economia, il Direttore del Dipartimento delle istituzioni e il rappresentante per il Ticino di armasuisse Immobili, l’Ufficio federale che si occupa dei beni immobili dell’esercito. L’obiettivo dell’incontro era discutere del futuro del sedime di Pollegio, dove, fino all’apertura della Galleria di base del San Gottardo, si trovava il cantiere della costruzione della galleria ferroviaria più lunga del mondo.

Il Canton Ticino offre i buoni uffici per favorire il trapasso dei terreni di proprietà di AlpTransit all’esercito, condizione vincolante affinché il demanio cantonale possa entrare in possesso del terreno dei Saleggi, attualmente di proprietà della Confederazione.

I tre Consiglieri di Stato hanno evidenziato come il terreno alle porte di Bellinzona sia indispensabile per due progetti cantonali più volte riportati dai media: quello della costruzione del nuovo Ospedale Regionale di Bellinzona e Valli e quello della sistemazione idraulica e rivitalizzazione integrale del Fiume Ticino.

Illustrati i differenti interessi specifici, al termine dell’incontro i rappresentanti delle tre istituzioni hanno deciso di procedere con la redazione di una Convenzione che permetta di fissare i differenti impegni (incluso Infocentro). Ulteriori informazioni verranno comunicate solo dopo la firma del documento, che verrà preventivamente illustrato nelle prossime settimane ai rappresentanti degli enti locali interessati.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.