Nel 2012 in Ticino l’8,4% di reati in più

Nel 2012 in Ticino l’8,4% di reati in più

Norman Gobbi: “Ora ci vuole l’adeguamento degli effettivi alle reali minacce e sfide, in modo da poter tornare a presidiare il territorio e fare prevenzione”.

I furti sono aumentati del 13% (2’721), i reati contro il patrimonio del 9% (15’752), mentre quelli contro la vita e l’integrità delle persone sono scesi del 3% (1’035). In totale l’incremento dei reati registrati è dell’8,4% (27’800): è quanto risulta dai dati sulla criminalità in Ticino durante il 2012 forniti oggi dal Dipartimento delle Istituzioni e dalla polizia cantonale.

Forte crescita dei reati contro la Legge sugli stranieri

I reati contro la Legge sugli stranieri hanno segnato un aumento del 46% (2’003), quelli contro il codice penale sono saliti del 7% (22’092), stabili invece quelli contro la Legge sugli stupefacenti (3’527).

Cocchi: “Una chiamata ogni due minuti”

In aumento anche le chiamate alla centrale operativa: “Il numero è elevato, sono state oltre 20’000. Il che vuol dire una ogni 2 minuti circa”, ha spiegato il comandante della polizia cantonale Matteo Cocchi.

Gobbi vuole più agenti

“Ora l’adeguamento degli effettivi è necessario”, ha ribadito da parte sua il direttore del dipartimento Norman Gobbi. “Gli agenti corrono, ma c’è la necessità di intervenire maggiormente a livello di prevenzione, che è il compito primario della polizia”, ha aggiunto. “E solo una maggiore presenza sul territorio può portare ad una diminuzione della criminalità”, ha concluso.

joe.p.
http://info.rsi.ch/home/channels/informazione/ticinoegrigioni/info_on_line/2013/03/26–Nel-2012-in-Ticino-l84-di-reati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.