Poligono regionale, un progetto di interesse ampio

Poligono regionale, un progetto di interesse ampio

L’iter per la realizzazione del poligono di tiro regionale del Monte Ceneri fa un ulteriore passo avanti. La relativa scheda del piano direttore cantonale sarà depositata nei comuni dal 9 dicembre fino al 26 gennaio.

Si gettano così le basi pianificatorie del centro multifunzionale, presentato la scorsa primavera dal direttore del Dipartimento delle istituzioni, Norman Gobbi. La struttura servirà anche per l’istruzione di polizia e guardie di confine, oltre che all’esercito e agli appassionati della disciplina.

Un primo progetto fu già bocciato dal popolo nel 2008. Rispetto ad allora, il nuovo poligono prevede una copertura anche per evitare emissioni foniche verso l’esterno: elemento fondamentale per raccogliere consensi, anche se più caro. Costerà 34 milioni, precisa Gobbi alla RSI, che inizialmente si voleva suddividere tra Confederazione, Cantone e Comuni per un terzo ciascuno.

“L’apporto della Confederazione rimane invariato”, sostiene il ministro. Rispetto a quanto previsto, invece, non è ancora fissato quello dei Comuni “che ne beneficeranno”, come Bellinzona e Lugano, ma anche Cureglia e Origlio che, chiudendo le loro strutture, recupererebbero terreni e qualità di vita.

A Monteceneri, che in primavera non sembrava molto entusiasta, sarà “riconosciuto qualcosa perché mette a disposizione il proprio territorio – chiosa Gobbi – così come avvenne a suo tempo a Giubiasco per l’inceneritore”.

 

http://www.rsi.ch/news/ticino-e-grigioni-e-insubria/Ceneri-avanza-il-poligono-3204224.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.