Scuola assistenti di polizia 2014:al via la formazione

Scuola assistenti di polizia 2014:al via la formazione

Nel dicembre scorso il Consiglio di Stato ha deciso di introdurre nella Legge cantonale sulla polizia le funzioni di agente di custodia armato, ausiliario e assistente di polizia. Quest’ultima figura in particolare è stata fortemente voluta dai Comuni che hanno condiviso la modifica legislativa con la Conferenza cantonale consultiva sulla sicurezza, il Consiglio cantonale dei comandanti, il Comando della Polizia cantonale nonché l’Associazione delle Polizie comunali ticinesi.

Riconoscendo la necessità di poter disporre di queste funzioni ben definite presso le nostre forze dell’ordine, lo scorso aprile il Gran Consiglio ha aderito alla proposta del Governo. Dopo questa decisione, il Centro regionale Formazione di Polizia ha elaborato d’intesa con le Polizie comunali la formazione destinata alla nuova figura dell’assistente di polizia.

Il Dipartimento delle istituzioni informa quindi che lunedì 22 settembre 2014 prenderà inizio la prima Scuola per assistenti di polizia presso il Centro regionale Formazione di Polizia di Giubiasco. Il periodo formativo è strutturato sull’arco di 11 settimane e suddiviso in moduli di base e moduli specialistici. Le materie trattate riguarderanno la circolazione stradale, nozioni di polizia di prossimità, cultura generale, diritto, psicologia ed altre competenze specifiche e sociali necessarie per l’espletamento di questa funzione.

I partecipanti provengono dalle Polizie comunali di Sorengo, Agno, Locarno, Minusio, Chiasso, Savosa, Massagno, Mendrisio, Lugano e Ascona.

A conclusione della scuola, superati gli esami, i candidati otterranno l’attestato quale Assistente di Polizia specialista nella circolazione stradale e nella polizia di prossimità.

Il 22 settembre dalle ore 09.00 alle ore 10.00, presso la sede del Centro regionale Formazione di Polizia (CFP) di Giubiasco, via Ferriere 5, sarà data disponibilità ai media per eventuali prese d’immagini e/o interviste.

La celerità nell’introduzione delle nuove funzioni che permetteranno alle forze dell’ordine di disporre di personale con competenze specifiche in ambiti ben definiti, costituisce un ottimo esempio di collaborazione tra tutte le autorità competenti in favore della sicurezza dei cittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.