Strutture carcerarie cantonali: nuovo Direttore e stato dei lavori in corso

Strutture carcerarie cantonali: nuovo Direttore e stato dei lavori in corso

Il Dipartimento delle istituzioni ha presentato oggi il nuovo direttore delle Strutture carcerarie, signor Stefano Laffranchini-Deltorchio, il quale ha iniziato con il 1°novembre 2014 la sua attività presso le Strutture carcerarie cantonali.

Il nuovo direttore, nato nel 1969 è domiciliato a Cagiallo e ha ottenuto la laurea in biologia presso l’Università di Zurigo. Inoltre, è Ufficiale professionista dell’Esercito svizzero ed è in possesso del Master in criminologia forense e dell’Executive Master of Business Administration.

Dal 2013 ad oggi è stato responsabile dello stato maggiore aziendale della Radiotelevisione Svizzera di lingua italiana, dirigendo un team che gestisce direttamente i progetti strategici SSR e il Centro di competenza organizzativo aziendale.

Con le competenze e le esperienze maturate, il nuovo Direttore presenta le garanzie per portare avanti con successo le raccomandazioni dell’audit suggerite dalla TC Team Consult e il progetto di edificazione della nuova Stampa a medio-lungo termine.

Una parte significativa delle raccomandazioni è stata implementata, in particolare quelle misure che trattano di:

  • gestione delle risorse umane
  • consolidamento e ottimizzazione dei flussi di lavoro dell’UIPA
  • struttura medico-psichiatra
  • trattamento dei casi psichiatrici
  • passaggio dell’operatore sociale e del personale di supporto dell’UIPA nell’UAR dal 1° settembre 2014.

Per quanto riguarda il personale in modo particolare l’attenzione è stata posta sui seguenti aspetti:

  • creazione ruoli di sostituzione (sostituti capi gruppo)
  • introduzione dei gradi
  • assistenza psicologica
  • agente del mese
  • gratifiche
  • lista di mobilità
  • tutor per la formazione
  • sistema di qualifiche
  • responsabile risorse umane
  • concorso comune agenti di polizia e agenti di custodia.

La durata media per le assenze di malattia e infortunio del personale di custodia è passata da 27.98 giorni/uomo nel 2013 a 13.86 giorni/uomo nel 2014 (proiezione).

Per quanto riguarda il programma informatico AGITI/JURIS per le SCC, si osserva che il progetto ha permesso di finalizzare un concetto di implementazione completo. La scelta tecnica non è in discussione. I superutenti sono molto motivati e ora occorre valutare la messa a disposizione di ulteriori risorse finanziarie per completare il progetto entro la metà del 2015.

L’organizzazione medico psichiatrica è stata confermata con mandati esterni e supporto quando esso è ritenuto necessario (psicoterapia, infermiera psichiatrica, tre nuovi posti presso la Clinica psichiatrica cantonale, struttura concordataria Curabilis, Ginevra).

Per quanto attiene l’organizzazione del lavoro notturno alle SCC, la pianificazione è in corso con la prevista riduzione degli orari di incarcerazione a partire dall’1.01.2015 a dipendenza della disponibilità delle celle di fermo di Lugano.

La Direzione del Dipartimento delle istituzioni intende esprimere un pensiero di gratitudine al Direttore ad interim Marco Zambetti, il quale ha sicuramente facilitato e accelerato il cambiamento avviando il processo di delega della gestione operativa delle strutture al personale di custodia. La grande motivazione del Direttore ad interim Zambetti ha dunque originato una dinamica molto positiva che occorrerà mantenere negli anni a venire.

Il Dipartimento, con l’apporto del nuovo direttore delle Strutture carcerarie, al quale si formulano gli auguri di rito per un proficuo lavoro, intende ora concludere l’implementazione delle raccomandazioni, in particolare quelle che riguardano la conduzione delle Strutture carcerarie e la concretizzazione del progetto AGITI/JURIS, informando e dialogando costantemente con la Direzione delle Strutture carcerarie stessa per individuare soluzioni condivise, fornendo nel contempo aggiornamenti regolari sull’avanzamento dei lavori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.