Ed è già profondo rosso

Ed è già profondo rosso

Parte male il Preventivo 2015 – Deficit a quota 230 milioni di franchi e si dovrà arrivare a 100. “Sarà molto difficile”. Quest’affermazione della direttrice del DFE Laura Sadis la dice lunga sulla scalata che il Governo deve affrontare con i conti del prossimo anno. Al termine della seduta di clausura di due giorni al Castello Sasso Corbaro Sadis, il presidente Manuele Bertoli e Norman Gobbi, quest’oggi, hanno fatto il punto sui lavoro della Road map e del Preventivo 2015. La strada è in salita.

Preventivo 2014: il Consiglio di Stato incontra i Comuni

Preventivo 2014: il Consiglio di Stato incontra i Comuni

Nell’ambito dei lavori di allestimento del preventivo 2014 del Cantone, il Consiglio di Stato ha incontrato oggi a Palazzo delle Orsoline le delegazioni dei Comuni di Bellinzona, Biasca, Chiasso, Locarno, Lugano e Mendrisio, i rappresentanti dell’Associazione dei Comuni ticinesi e del Gruppo di Comuni del Luganese (tramite l’Ente regionale di sviluppo). L’incontro ha permesso di discutere la partecipazione che sarà richiesta ai Comuni ticinesi nel 2014, per la riuscita della manovra di risanamento delle finanze cantonali.

Asilo. Il Governo chiede a Berna più sussidi

Asilo. Il Governo chiede a Berna più sussidi

Condivisi gli obiettivi della Confederazione, ma non il sistema di calcolo del finanziamento. Parziale consenso alla nuova procedura di aiuto al ritorno in patria dei richiedenti l’asilo e alle pratiche per l’allontanamento e espulsio­ne degli stranieri; no invece al nuovo metodo di calcolo per i sussidi forfetari. Queste, in sin­tesi, le osservazioni del Governo sulle modifi­che proposte da Berna delle varie ordinanze in tema di asilo, inviate ieri in una lettera all’Uffi­cio federale della migrazione.

Sui moltiplicatori non si vota

Sui moltiplicatori non si vota

Il Gran Consiglio rifiuta di renderli referendabili. Tutto il dibattito in Gran Consiglio sul moltiplicatore d’imposta comunale, la cui competenza è stata trasferita dai municipi ai legislativi locali in virtù di una sentenza del tribunale amministrativo cantonale, ha riguardato l’opportunità di introdurre il referendum facoltativo.

“In altri cantoni si può”