Una torcia che simboleggia solidarietà e spirito di servizio

Una torcia che simboleggia solidarietà e spirito di servizio

Vi porto il saluto a nome del Consiglio di Stato e Vi ringrazio per l’invito a partecipare a una manifestazione così significativa e ricca di solidarietà qual è “Torch Run Polizia 2014”che supporta gli Special Olimpics che nella loro declinazione nazionale sono chiamati“National Summer Games di Berna”. Attraverso la torcia ticinese – scortata dagli aspirantiagenti della Scuola cantonale di Polizia 2014 – si porterà la fiamma della solidarietà in tutto il nostro Cantone; una fiamma che verrà poi data in consegna ai colleghi di Uri per continuare il suo percorso fino a Berna. Una staffetta di solidarietà che coinvolge agenti di polizia di tutta la Svizzera e che testimonierà non solo l’apertura dei Giochi – che avranno luogo a Berna dal 29 maggio al 1 giugno – ma anche la vicinanza dei differenti Corpi di Polizia verso le persone colpite da un handicap mentale.

Particolarmente significativo è il fatto che i tedofori della tratta ticinese siano degli aspirantiagenti, i quali veicoleranno i messaggi nobili della solidarietà e dell’integrazione. Il nostroCorpo di polizia è infatti per definizione votato al servizio dei cittadini, solidale e portatore di sani valori che sono affini a quelli sportivi: lo spirito di sacrificio, la correttezza, il rispettodelle regole e l’assunzione di responsabilità. Le competenze sociali, la capacità di empatia, la solidarietà e la comprensione della nostra società sono caratteristicheindispensabili che ogni agente deve avere per garantire un servizio di qualità ed un valore aggiunto ai cittadini. Essere agenti di polizia oggi non significa unicamente utilizzare i metodi preventivi o quelli repressivi quando la situazione lo richiede; essere agenti di polizia significa anche tendere la mano al prossimo e fornire un tangibile aiuto. Durante la loro formazione, gli aspiranti agenti sono istruiti anche per prestare le prime misure di soccorso in caso di incidente. Una solidarietà, quella delle nostre Forze dell’ordine, che non è testimoniata unicamente dall’adesione alla corsa di oggi, ma che si palesa nel lorolavoro quotidiano con grandi e piccoli gesti di solidarietà.

La “Torch Run” rappresenta in ogni sua tappa un’occasione per portare lo “spirito della solidarietà” in ogni comunità facendo notare che la solidarietà – proprio come questafiamma – necessita di essere alimentata. Ciascuno di noi può contribuire a ravvivarlamettendo a disposizione del prossimo il suo tempo, la sua solidarietà e facendosi cosìpartecipe dell’integrazione. La solidarietà sarà esternata dagli atleti durante le competizioni, dalle loro famiglie, dai numerosi volontari e da tutti coloro che ogni giornopermettono a questi atleti di allenarsi. Lo sport rappresenta uno degli strumenti principi per favorire l’integrazione delle persone con handicap nella vita sociale. Si tratta di uno strumento privilegiato che permette a questi ragazzi di coltivare una certa indipendenza, dimigliorare le loro competenze sociali favorendo al contempo la loro autostima e la lorovalorizzazione.

Care e cari atleti, il mio auspicio è che nelle competizioni a Berna possiate migliorare le vostre prestazioni sportive. Il vero vincitore non è infatti solo colui che vince una medaglia, ma è anche colui che tenta con tutte le proprie forze di migliorarsi continuamenteattraverso costanti sacrifici che lo sport richiede.

Cari famigliari, volontari e allenatori, a tutti voi va il mio più sincero ringraziamento per il tempo che dedicate a questi ragazzi e alla loro realizzazione in quanto sportivi e persone.

 Care e cari aspiranti, assieme a questa torcia vi farete promotori in tutto il Cantonedell’accettazione, della solidarietà e dell’amicizia.

Il mio augurio è che questa manifestazione possa diventare un appuntamento consolidatoe che nel futuro si faccia promotrice di una raccolta fondi per finanziare le lodevoli iniziative a favore dell’integrazione attraverso lo sport. 

Vi ringrazio.

Discorso pronunciato dal Consigliere di Stato Norman Gobbi

in occasione della manifestazione “Special Olympics – Torch Run Polizia 2014”

 

24 maggio 2014 – Bellinzona

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.