Tradizione, ponderazione, equilibrio

Tradizione, ponderazione, equilibrio

Il Ticino dei Comuni, per i prossimi 40 giorni, ruba la scena al Cantone e scende in campo per il rinnovo delle sue amministrazioni. Centinaia le persone che si sono messe a disposizione. 

On. Gobbi, per la prima volta lei si appresta a vivere le elezioni comunali dal «campanile di Königsberg» e questo dopo aver partecipato come candidato (poi eletto) in più di un’occasione. Cosa vorrebbe dire a tutte le persone che, nonostante una società sempre più difficile da decifrare, hanno deciso di mettersi a disposizione per ammi nistrare la cosa pubblica? 

Den Staatsrat kennt man auch im fernen Österreich

Den Staatsrat kennt man auch im fernen Österreich

JUSTIZ- und Polizeidirektor Norman Gobbi war früher Inhaber einer Kommunikationsfirma. Dem Staatsrat der Lega dei Ticinesi ist seine Erfahrung im Bereich der Public Relations (PR) anzumerken. Kaum eine Woche vergeht, ohne dass er in den Medien ein lautes Echo hervorruft. Kürzlich wurde sein Versprechen, die ungerechte Behandlung junger Gefängniswärter durch eine neue Schichtenverteilung in einer Tageszeitung zitiert (siehe TZ Seite 6). Am Tag danach erschien Gobbi in den Medien, weil er sich gegen Rast- und Durchgangsplätze für ausländische Fahrende ausgesprochen hatte.

Un centro di competenza che rafforza la Porta Sud della Svizzera

Un centro di competenza che rafforza la Porta Sud della Svizzera

Giornata d’informazione del Comando Forze Speciali (CFS/KSK). 18 febbraio 2012, Lugano Palazzo dei Congressi. Intervento di Norman Gobbi, direttore del Dipartimento delle istituzioni.

Signor Consigliere agli Stati e vicepresidente del Consiglio degli Stati Filippo Lombardi, 

Signor divisionario Halter, capo dello Stato Maggiore di Condotta dell’Esercito,

Signor brigadiere Gaudin, capo del Servizio d’Informazioni Militare,

Signor colonnello SMG Michaud, comandante del Comando Forze Speciali,

Gentili Signore, Egregi Signori,

Un giorno su cinque in Grigioverde!

Un giorno su cinque in Grigioverde!

Uella, come direbbe qualcuno. Il domenicale tanto attento alla mia persona, a sei mesi di distanza se n’esce con un nuovo presunto scoop.

Oggetto del finto scoop sono gli obblighi militari del sottoscritto. Cito solo una cifra a far comprendere come tale scoop sia falso, pretestuoso e infondato: nel corso degli ultimi 15 anni, un giorno su cinque l’ho passato prestando servizio militare!

Sui moltiplicatori non si vota

Sui moltiplicatori non si vota

Il Gran Consiglio rifiuta di renderli referendabili. Tutto il dibattito in Gran Consiglio sul moltiplicatore d’imposta comunale, la cui competenza è stata trasferita dai municipi ai legislativi locali in virtù di una sentenza del tribunale amministrativo cantonale, ha riguardato l’opportunità di introdurre il referendum facoltativo.

“In altri cantoni si può”